Made in Comolake

Pubblicato il 30 aprile 2015 | da LauraG

0

Ricette Lariane con “COMO E LECCO IN CUCINA. Ricette tradizionali del Lago e della Brianza”

La cucina lariana si è formata nel corso dei secoli sulla base delle risorse alimentari offerte dalla zona, prevalentemente la pastorizia alpina e la pesca di lago. Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che si concentra il nucleo principale di questo tipo di cucina, ovvero il pesce d’acqua dolce.

A questo proposito, grazie alla collaborazione tra la casa editrice Libreria Alessandro Dominioni Editore, specializzata nella storia e nella cultura locale comasca e Rossano Nistri, specialista in didattica dell’educazione alimentare e cultore di storia della gastronomia è nato qualcosa di più di un semplice volume di cucina, il cui obiettivo è quello di  promuovere la ricerca e la valorizzazione della cucina tipica e tradizionale della nostra zona, soffermandosi anche sugli aspetti antropologici dell’arte culinaria.

Di seguito, vi proponiamo una ricetta tipica e “famosa” per chi è conosce l’area lariana, tratta dal libro “Como e Lecco in cucina. Ricette tradizionali del Lago e della Brianza”:

il pesce in carpione.

Porzioni: 6
Difficoltà: media
Tempo di esecuzione: 1 ora

Ingredienti

• 600 g alborelle
• 6 agoni
• 150 g farina
• q.b. olio per frittura
• q.b. sale
• 1 cipolla piccola
• 1/2 costola sedano
• 1 carota
• 1 spicchio di aglio
• 3 cucchiai olio extravergine d’oliva
• qualche rametto di timo selvatico (o segrigïola)
• 2 chiodi di garofano
• 6 grani pepe nero
• 20 g prezzemolo tritato
• 400 ml aceto
• 400 ml vino bianco secco

Preparazione

Pulire dalle interiora gli agoni e le alborelle, lavarli e asciugarli. Infarinarli e friggerli in olio bollente, scolandoli con la schiumarola quando sono croccanti. Disporre il pesce in una scodella di terracotta, salandolo leggermente. Tritare le cipolle, l’aglio, il sedano e la carota. Rosolare in poco olio il trito, imbiondendolo; quindi aggiungere il timo, i chiodi di garofano, i grani di pepe, l’aceto e il vino, portando a ebollizione. Versare la salsa sul pesce, aggiungere il prezzemolo e coprire: si può consumare appena raffreddato, ma si conserva alcuni giorni al fresco.

Per destreggiarvi tra i fornelli con un pizzico di tradizione e gusto, potrete acquistare il libro sul sito della Libreria Alessandro Dominioni Editore:

libro-ricette

 

Contributo fotografico: https://www.flickr.com/photos/cornelio_ferrari/7419773194/

Tags: , , , , , , , , , ,


Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑

  • Entra a far parte di Comolake.com

  • Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestCheck Our Feed