Info Turistiche

Pubblicato il 17 novembre 2015 | da Comolake

1

MONUMENTI COMASCHI: Monumento ai Caduti

LA STORIA
Il Monumento ai caduti di Como è un’imponente torre eseguita e ispirata da uno schizzo dipinto nel 1914 dal Antonio Sant’Elia, uno dei più illustri caduti comaschi della Prima Guerra Mondiale.
Il pittore futurista Enrico Prampolini nel 1930 si prende l’incarico di trasformare il disegno di Sant’Elia in un’opera architettonica e da quel momento si comincia la realizzazione sotto la direzione dell’ingegnere Attilio Terragni, fratello di Giuseppe Terragni.

LA STRUTTURA
È un’imponente torre, alta 30 metri, completamente rivestita di pietra e aperta da grandi finestroni.
All’interno, sopra al basamento vi è un monolito in granito di 40 tonnellate, con incisi i nomi dei 650 caduti comaschi della Grande Guerra. Scendendo la scala a chiocciola si raggiunge il piano inferiore dove vi è un altare; qui all’interno del basamento vi era il sacrario.
Sulla facciata fronte lago è scolpita la frase: “STANOTTE SI DORME A TRIESTE O IN PARADISO CON GLI EROI”. 10 ottobre 1916 – Antonio Sant’Elia

Sul retro invece: “CON LE PIETRE DEL CARSO LA CITTÀ ESALTA LA GLORIA DEI SUOI FIGLI”.

LA ZONA
Se siete in visita a Como, è difficile non vedere come si erge in riva al lago, di fianco al Tempio Voltiano e neli pressi dello Stadio Giuseppe Sinigaglia.

 

Tags: , , , , ,


Autore



One Response to MONUMENTI COMASCHI: Monumento ai Caduti

  1. por favor soy estudiante de arquitectura de tercer ano estoy recontruyenndo este preoyecto de l lonumento alos caidos de giussep terragni la verdad no encontre muchos planos nose si me podrian fzcilitar los planos agrdeceria su ayuda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑

  • Entra a far parte di Comolake.com

  • Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestCheck Our Feed